domenica 20 maggio 2012

Cucciolone di delfino spiaggiato salvato tra gli applausi dell’isola

Scortato in mare dai finanzieri che lo hanno salvato, tra gli applausi degli abitanti dell’isola. È successo ieri mattina a San Pietro in Volta a uno splendido esemplare di delfino, che si era «spiaggiato» dopo aver perso l’orientamento. Sono stati proprio alcuni abitanti della zona tra San Pietro e Portosecco ad avvisare i militari della Guardia di Finanzaa della presenza del tursiope. Splendido esemplare giovane che dopo essere entrato in laguna seguendo le correnti o qualche imbarcazione, si era poi incastrato all’interno della darsena dei pescherecci di San Pietro. Inutili i tentativi di alcuni volontari di farlo uscire. Il delfino spaventato non riusciva a guadagnare la via del mare. Allora sono intervenuti i sommozzatori della Finanza.Il maresciallo Giuseppe Girardi e il finanziere Francesco Chiera insieme al luogotenente Giovanni Bonocore della Stazione Navale della Giudecca«. Ci siamo avvicinati con attenzione al delfino e gli abbiamo mostrato delle sardine. Lui lo ha preso come un gioco e ha cominciato a seguirci. Finché è riuscito a liberarsi». Una volta nel canale, le due barche della Finanza lo hanno scortato verso Ca’ Roman e quindi verso il mare aperto attraverso la bocca di porto di Chioggia. Qualche momento di tensione quando al sopraggiungere di gommoni e motoscafi provenienti da Chioggia, il delfino si è spaventato e rischiava di perdersi. «Lo abbiamo seguito e scortato fino in mare», racconta sorridendo il luogotenente Buonocore, «dopo che per molte volte si appoggiava alle nostre barche, avendo ormai capito che si poteva fidare». Avventura a lieto fine, per il mammifero che grazie all’intervento dei sub della Finanza Ha riguadagnato la sua libertà. Eventi di questo tipo non sono rari, visto che molte altre volte i delfini sono stati trovati sulle spiagge del litorale. Ma questa volta il mammifero è stato portato fin dentro la laguna dalle correnti. E si è perso nella darsena dei pescatori».