martedì 2 agosto 2011

Pellestrina, tre kayak in regalo per dimenticare la tromba d’aria

Il 23 luglio dello scorso anno il forte temporale e la tromba d’aria che hanno spazzato tutta l’isola di Pellestrina oltre ad aver scoperchiato il palazzetto dello sport, tutt’ora inutilizzabile, la chiesta di San Pietro in Volta, ad aver abbattuto camini, alberi e muretti e ad aver scoperchiato decine di case, ha distrutto, alzandole e poi sbattendole con forza a terra, anche alcune imbarcazioni della Polisportiva di Portosecco. I ragazzi dell’associazione, dunque, per un anno non hanno potuto vogare ed allenarsi, se non a turno sulle poche imbarcazioni rimaste intatte.
 Nei giorni scorsi, però, i fratelli Falconi della «Sitmar Sub» , l’azienda del Lido che si occupa di rilievi ambientali e marini, di bonifiche marittime e terrestri, hanno raccolto l’appello dei venti ragazzi della Polisportiva Portosecco e hanno messo a disposizione il denaro per acquistare tre kayak, uno da due posti e gli altri due singoli. I giovani iscritti hanno così potuto riprendere a scorazzare per la laguna.
 Alla cerimonia della consegna hanno partecipato, oltre ai giovani vogatori, i soci della Polisportiva e molti simpatizzanti dell’isola. Il presidente del vecchio sodalizio di Portosecco Augusto Vianello e l’istruttore dei corsi giovanili Giovanni Scarpa hanno ringraziato a nome di tutti. Quindi, è intervenuto il presidente della «Sitmar Sub» Ferruccio Falconi, un tempo capo pilota del Porto, il quale ha sottolineato quanto importante e sincero deve essere l’amore per il mare e per la tutela ambientale. Alla cerimonia era presenta anche il presidente dell’Ente gondola Nicola Falconi.